Dio esiste e vive a Bruxelles

Dio esiste e vive a Bruxelles (2015) Quando penso alla Commedia mi viene subito in mente di quanto sia incredibilmente umana
Read More
Dio esiste e vive a Bruxelles

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. QUARTO EPISODIO: “L’uomo Fiammifero”

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. QUARTO EPISODIO: “L'uomo Fiammifero" INTRODUZIONE Se ripenso a dieci anni fa, mi
Read More
I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. QUARTO EPISODIO: “L’uomo Fiammifero”

Amare è donare tutto se stesso senza nulla chiedere. Amare è non dire mai mi devi:“I’m Here” di Spike Jonze

"I'm here" il mediometraggio di Spike Jonze “Amare è donare tutto se stesso senza nulla chiedere. Amare è non dire mai mi devi.” Antoine De Saint Exupéry  - "Il piccolo
Read More
Amare è donare tutto se stesso senza nulla chiedere. Amare è non dire mai mi devi:“I’m Here” di Spike Jonze

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. TERZO EPISODIO: “Mai più come prima” & “Notte prima degli esami”

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. TERZO EPISODIO: “Mai più come prima” & "Notte prima degli
Read More
I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. TERZO EPISODIO: “Mai più come prima” & “Notte prima degli esami”

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. SECONDO EPISODIO: “Arrivederci amore, ciao”

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. SECONDO EPISODIO: “ARRIVEDERCI AMORE, CIAO” INTRODUZIONE Se ripenso a dieci anni fa,
Read More
I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. SECONDO EPISODIO: “Arrivederci amore, ciao”

LA MAGIA DELLA SALA – “The Hateful Eight”

LA MAGIA DELLA SALA di Marco Cerretini “The Hateful Eight” M.: “Allora, nel febbraio del 2016 sono andato a vedere "The Hateful
Read More
LA MAGIA DELLA SALA – “The Hateful Eight”

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me – Primo episodio: “Qualche nuvola”

I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me. PRIMO EPISODIO: "Qualche Nuvola" INTRODUZIONE Se ripenso a dieci anni fa, mi
Read More
I 32 Film Italiani più sottovalutati dal 2000 in poi…secondo me – Primo episodio: “Qualche nuvola”

In Memoriam: Isao Takahata (1935-2018)

In Memoriam: Isao Takahata (1935-2018) Quando parliamo di animazione giapponese di qualità o comunque non legata alla forma più tradizionale di
Read More
In Memoriam: Isao Takahata (1935-2018)

La Coquille et le Clergyman – La voce silenziosa del cinema

La Coquille et le Clergyman - La voce silenziosa del cinema “C’est une vache” fu definita la regista (Germaine Dulac) alla Prima
Read More
La Coquille et le Clergyman – La voce silenziosa del cinema

Venezia1964 – Pasolini vs Antonioni

Venezia1964 - Pasolini vs Antonioni Quando si parla di due mostri sacri del cinema italiano come Pasolini ed Antonioni, bisogna stare
Read More
Venezia1964 – Pasolini vs Antonioni

Parità per tutti…ma proprio per tutti: Nome di Donna

Parità per tutti…ma proprio per tutti: Nome di Donna Parliamo di molestie sessuali rivolte alle donne. Che originalità, eh? Non se ne
Read More
Parità per tutti…ma proprio per tutti: Nome di Donna

OSCAR 2018 – Opinioni non richieste ma che vi toccano comunque

Opinioni non richieste ma che vi toccano comunque: Oscar 2018 Miglior film: Lo confesso: questa edizione è stata dura! La maggior parte
Read More
OSCAR 2018 – Opinioni non richieste ma che vi toccano comunque

Kramer contro kramer: l amore dopo l’happy ending

Kramer contro kramer: l amore dopo l'happy ending Troviamo, nella storia del cinema, film che possono dirsi coraggiosi. Film che
Read More
Kramer contro kramer: l amore dopo l’happy ending

10 TRA GLI HORROR PIU’ INTERESSANTI DEGLI ULTIMI 10 ANNI

Ogni anno, l’industria del cinema Horror ci propone una grande varietà di film di cui la maggior parte viene subito
Read More
10 TRA GLI HORROR PIU’ INTERESSANTI DEGLI ULTIMI 10 ANNI

“LA MAGIA DELLA SALA” – “Paterson”

LA MAGIA DELLA SALA” “Paterson” Okay, allora sentite questa; secondo me vi piacerà. Allora, i fatti risalgono ai primi dell'anno scorso –
Read More
“LA MAGIA DELLA SALA” – “Paterson”

On the Road Again: Ella & John-The Leisure Seeker

On the Road Again: Ella & John-The Leisure Seeker Certe volte penso ai miei genitori da giovani. Cosa li ha portati
Read More
On the Road Again: Ella & John-The Leisure Seeker

LA MAGIA DELLA SALA – “120 battiti al minuto” 

LA MAGIA DELLA SALA “120 battiti al minuto” Quando – nell'ottobre del 2017 – sono andato a vedere – al cinema –
Read More
LA MAGIA DELLA SALA – “120 battiti al minuto” 

Registi a confronto: Villeneuve vs Nolan

Registi a confronto: Villeneuve vs Nolan Due dei registi più chiacchierati di Hollywood duellano nella nostra esclusiva rubrica. Hollywood non li ha
Read More
Registi a confronto: Villeneuve vs Nolan

Marvelous McDonagh: In Bruges

Marvelous McDonagh: In Bruges “Sembra uscita da una c***o di Fiaba! Come fa una città che sembra uscita da una c***o
Read More
Marvelous McDonagh: In Bruges

BROADCHURCH, un gioiello made in England

BROADCHURCH, un gioiello made in England Una serie di cui non si è parlato abbastanza nel nostro paese è Broadchurch, serie inglese
Read More
BROADCHURCH, un gioiello made in England

Marvelous McDonagh 2: Sette Psicopatici

Marvelous McDonagh 2: Sette Psicopatici “Io non voglio che sia un film violento. Io voglio che sia un inno alla vita” “Un
Read More
Marvelous McDonagh 2: Sette Psicopatici

Eli e Fortunata: eroine contemporanee

Eli e Fortunata: eroine contemporanee Nella primavera 2017 il cinema italiano ci ha offerto due grandi storie di donne. Da un
Read More
Eli e Fortunata: eroine contemporanee

Marvelous McDonagh 3: Tre Manifesti a Ebbing, Missouri

Marvelous McDonagh 3: Tre Manifesti a Ebbing, Missouri È stimolante vedere che la fiducia riposta in un autore spesso non è
Read More
Marvelous McDonagh 3: Tre Manifesti a Ebbing, Missouri

ECCO TUTTE LE NOMINATION PER GLI OSCAR 2018

ECCO TUTTE LE NOMINATION PER GLI OSCAR 2018 Si avvicina la notte degli gli Oscar del 2018. Si tratta della novantesima
Read More
ECCO TUTTE LE NOMINATION PER GLI OSCAR 2018

Recensione “All about Eve” – Quanto siamo indispensabili? Eva contro Eva prova a darci una risposta

Quanto siamo indispensabili? Eva contro eva prova a darci una risposta Questo frame è tratto da una pietra miliare della storia
Read More
Recensione “All about Eve” –  Quanto siamo indispensabili? Eva contro Eva prova a darci una risposta

Le serie tv Made in italy andranno oltre il gangster?

Le serie tv Made in italy andranno oltre il gangster? Premesso che vivo all'estero da diversi anni, e spesso un modo
Read More
Le serie tv Made in italy andranno oltre il gangster?

Monsters di Gareth Edwards – Quando il tuo esordio è la chiave per entrare ad Hollywood

Monsters di Gareth Edwards - Quando il tuo esordio è la chiave per entrare ad Hollywood Il 20 giugno 1975 uscì lo
Read More
Monsters di Gareth Edwards – Quando il tuo esordio è la chiave per entrare ad Hollywood

Nelle Profondità: The Shape of Water

Il Fantasy. Un genere tanto amato quanto odiato. Tale bipolarismo è dovuto allo scopo principale di questo genere: rendere possibile
Read More
Nelle Profondità: The Shape of Water

Chiamate la Polizia…Ah, no! Aspetta!: Detroit

Piccola parentesi. Talvolta mi è stata posta una domanda annosa ma legittima: perché ci sono poche donne a dirigere film? La
Read More
Chiamate la Polizia…Ah, no! Aspetta!: Detroit

La fine del cinema

Nell'autunno dell'anno del Signore 2017, un'ondata di accuse di molestie sessuali, mosse da un cospicuo numero di attrici e attori
Read More
La fine del cinema

Il Bianco e il Nero: Assassinio sull’Orient Express

Ho sempre avuto un rapporto difficile con il genere noto come il Giallo. Non perché non sono affascinato da storie
Read More
Il Bianco e il Nero: Assassinio sull’Orient Express

Parità per tutti…ma proprio per tutti: Nome di Donna


Parliamo di molestie sessuali rivolte alle donne. Che originalità, eh?

Non se ne può più, non lo posso negare. La verità è che io non sto affatto sottovalutando il problema. Ho sempre pensato che ci sia qualcosa che non va in quelle persone che usano gli altri (donne, bambini, stranieri ma anche uomini) come oggetti, rendendoli vittime delle loro squallide esistenze.

Dico solo che bisognerebbe non minimizzare il problema (anzi!) ma neanche “spettacolarizzarlo” nelle sue implicazioni poiché nella vita, a volte, non esistono motivazioni chiare o facili. E sarebbe carino che la smettiate di definire TUTTI gli uomini come dei “mostri” e TUTTE le donne come delle “creature deboli”.

Il nuovo film di Marco Tullio Giordana, “Nome di Donna”, sembra essere uscito con un tempismo fin troppo perfetto. Alla luce però della visione di codesta opera e del successivo incontro con lo stesso Giordana, la sceneggiatrice Cristiana Mainardi e l’onnipresente Gianni Canova (unica ragione per cui non mi sono addormentato durante gli ultimi Oscar), posso dire di aver imparato una cosa o due. La prima e più banale è stata capire i motivi principali per cui mi piace Giordana come regista. La seconda è stata comprendere la gravità del problema ma a questo ci arriveremo.

Parliamo di “Nome di Donna”. Confesso che le mie aspettative non erano altissime poiché mi dava l’idea di essere un film ricattatorio e prodotto dal clima di emancipazione scatenatosi dallo scandalo Weinstein in poi.

Giordana e Mainardi hanno dichiarato però che l’idea del film risale a tre anni fa, dimostrazione di un’osservazione che ho sempre condiviso: il problema c’è sempre stato. Ammirevole quindi, a questo proposito, il lavoro del regista e della sceneggiatrice poiché percorrono la strada dell’ambiguità.

Non tanto nei confronti della protagonista (una Cristiana Capotondi misurata e davvero in parte), donna consapevole di aver subito una mancanza di rispetto che poteva trasformarsi in aggressione da parte di un omuncolo patetico, ma piuttosto in quelli del mondo attorno a lei.

Giordana ci mostra quindi una realtà fatta di violenza, omertà (da parte delle stesse vittime, spesso per paura e altre volte per “convenienza”), opportunismo (i complici dei “carnefici” ma anche certe associazioni contro la violenza sulle donne) ma anche di un coraggio che spesso emerge, anche se non abbastanza frequentemente (basti vedere l’immagine conclusiva).

Si può questionare su certe uscite retoriche (motivate comunque dal tipo di film) e qualche volta i protagonisti sono un po’ sopra le righe (in particolare il viscido Torri, interpretato con efficacia da Valerio Binasco).

Giordana colpisce però di nuovo nel segno per la grande attenzione che riserva ai personaggi principali e non (in particolare la fedelissima Adriana Asti e il sempre troppo sottovalutato Bebo Storti nel ruolo dell’ambiguo Don Roberto Ferrari, rappresentante di quel Male quotidiano che è consapevole di ciò che succede ma che non agisce, senza neanche una motivazione chiara).

A contribuire al giudizio finale è stato il già citato incontro con Giordana, artista d’altri tempi sia nei modelli d’ispirazione (Risi, Rosi e ovviamente Pasolini) che negli ideali (forse in parte datati ma ammirevoli) ma che sa ancora il fatto suo.

Oltre ad essere uno dei pochi registi italiani a sapere fare cinema sociale: quello di denuncia ma che non rinuncia al racconto e ai personaggi.

Giordana si è rivelato anche un uomo pacato, leggermente modesto ma anche deciso e schietto (senza essere ostile!). Impressione confermata dal “Botta e Risposta” avuto col pubblico che comprendeva la classica piantagrane che evidentemente non ha capito una mazza del film ma soprattutto una povera ma coraggiosa ragazza che, singhiozzando, ha ringraziato gli addetti ai lavori per aver realizzato un film capace di raccontare una spiacevole esperienza che la stessa ha vissuto in passato. Ciò che ha detto conteneva un po’ i luoghi comuni di questi episodi ma la sua rabbia e il suo sfogo mi hanno ricordato da dove provengono: dalla nostra triste realtà.

E non dobbiamo dimenticarci che spesso lo è davvero tanto.

 

Michele Alberio

Michele Alberio si è diplomato presso l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, specializzandosi in Regia e Sceneggiatura.

Dopo aver lavorato principalmente a Milano per Shortcut Productions, prosegue la ricerca di nuovi lavori, non rinunciando alla scrittura e alle proprie aspirazioni da Filmmaker.

Comments are closed.